I sogni fotografici di Kumi Oguro

“Sono affascinata dalle immagini dei sogni, appena prima del risveglio: è difficile trovarne la logica, non c’è nulla che indichi il tempo e lo spazio è indeterminato. Nel mio lavoro cerco di creare un ambiente che ricrei queste situazioni di ambiguità”
Kumi Oguru è un giovane fotografa giapponese (1972), che  vive e lavora ad Anversa. Kumi ha studiato fotografia a Londra nel 1996 presso il Blake College e ad Anversa presso la  Koninklijke Academie voor Schone Kunsten(Accademia Reale di Belle Arti) fino al 2003.
Oltre alla fotografia, l’artista giapponese ha approfondito gli studi, sperimentando con il video e l’installazione per mezzo del programma post-laurea,“Transmedia”, a Bruxelles. Negli ultimi anni, Oguro ha partecipato a mostre in Belgio Danimarca, Finlandia, Germania, Paesi Bassi, Francia e Giappone. Il suo primo libro, “Noise”, è stato pubblicato dalla casa editrice “Le caillou bleu” (Bruxelles) del 2008.
La ricerca fotografica di Kumi Oguro si sofferma sui personaggi femminili. Fotografie dalle pose teatrali che simulano sogni, desideri e ossessioni. Immagini particolarmente attente all’illuminazione della scena che richiamano la tradizione pittorica.
Kumi Oguro crea un mondo parallelo alla realtà, mettendo in scena immagini che colgono i soggetti nel momento antecedente o successivo a un avvenimento assurdo o tragico.

Vi consiglio di dare uno sguardo al sito della fotografa giapponese per avere una visione complessiva della sua opera.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.