Fotografia del Coronavirus – Come viene fotografato?

Come sono scattate le immagini dei virus? Come viene fotografato il coronavirus SARS-CoV-2? In questo articolo scoprirete quali tecniche di fotografia microscopica vengono utilizzate per fotografare organismi piccoli come i virus.

fotografia coronavirus con tecnica TEM microscopio elettronico
Foto di Coronavirus (SARS-CoV-2) con metodo TEM

Micrografia e virus

La micrografia, o fotomicrografia, è la ripresa fotografica di soggetti non visibili a occhio nudo, ottenuta mediante una fotocamera  collegata ad un microscopio ottico o elettronico. Un virus (dal latino vīrus, -i, “veleno“) è un parassita endocellulare obbligato, cioè un microrganismo che per vivere e riprodursi ha bisogno di una cellula, detta anche ospite. La maggior parte delle specie di virus possiedono virioni che sono troppo piccoli per essere visti con un microscopio ottico. Le immagini realizzate da scienziati impegnati nella ricerca danno un volto a queste malattie invisibili.

Come viene fotografato il Coronavirus (SARS-CoV-2)?

La malattia COVID-19, è una malattia infettiva causata da un nuovo virus, il SARS-CoV-2, appartenete all’ampia famiglia dei coronavirus. Questi virus sono chiamati così per le punte a forma di corona che sono presenti sulla loro superficie. Il virus SARS-CoV-2 misura circa 100 nanometri, il che significa che 10.000 particelle di virus possono entrare in un millimetro. Poiché la lunghezza d’onda più corta della luce visibile è di circa 400 nm, è impossibile catturare le foto del virus con la luce visibile.

Per catturare immagini di cose così piccole, viene usato un microscopio elettronico. Il microscopio elettronico utilizza un fascio di elettroni accelerati come fonte d’illuminazione. La lunghezza d’onda di un elettrone può essere fino a 100.000 volte più corta di quella dei fotoni della luce visibile e in questo modo si può rivelare la struttura di oggetti molto piccoli.

Tecnica fotografia microscopica SEM e TEM

Le due tecniche fotografiche di fotografia microscopica che sono utilizzate nella microscopia elettronica sono: la SEM e la TEM. Un microscopio elettronico a scansione (SEM) scansiona la superficie di un campione e registra le informazioni che rimbalzano indietro, come in un’immagine satellitare. Un microscopio elettronico a trasmissione (TEM) trasmette elettroni attraverso un campione e proietta una sezione trasversale della sua struttura interna. Ecco alcuni esempi di immagini catturate con i due metodi:

fotografia coronavirus con tecnica micrografia SEM microscopio elettronico
Immagine SEM di SARS-CoV-2
fotografia virus micrografia fotografia microscopica metodo TEM
Fotografia di SARS-CoV-2 con metodo TEM

Immagini del coronavirus SARS-CoV-2

Le immagini catturate con entrambe le tecniche sono in bianco e nero. Il colore viene aggiunto in un secondo momento, per dare una maggiore chiarezza all’immagine.

foto immagine fotografia microscopio coronavirusLe immagini del virus aiutano gli scienziati ad osservare le caratteristiche del virus e a vedere come si muove dentro e fuori le cellule ospiti. Dalle fotografie in due dimensioni vengono, molto spesso vengono costruiti, successivamente, dei modelli 3D.

Summary
Article Name
Fotografia del coronavirus: come viene fotografato?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.