Come fotografare con la pioggia

In questo articolo vedremo come fare delle bellissime fotografie con la pioggia. Molti pensano che quando il tempo si fa brutto e la pioggia inizia a cadere, non sia un buon momento per fare foto. Si sbagliano! Mentre molti pensano solo a mettersi al riparo, alcuni fotografi afferrano le loro macchine fotografiche e si lanciano alla ricerca della magia della pioggia.

Ma cosa c’è di così speciale nella pioggia? La pioggia modifica non solo il paesaggio, ma soprattutto la sensazione che abbiamo dello stesso. Le gocce creano delle distorsioni interessanti, che sono influenzate dalle condizioni particolari dell’illuminazione. Tuttavia, fare fotografie sotto la pioggia non è facile. La scarsa illuminazione di una giornata nuvolosa combinata con la presenza dell’acqua crea una serie di sfide per qualsiasi fotografo, sia esso un professionista o un dilettante.

Come proteggere la fotocamera dalla pioggia

La prima cosa da fare per fotografare sotto le gocce che cadono è proteggere l’attrezzatura fotografica, perché rischiamo di creare dei seri danni ai nostri gear.

Usare un ombrello mentre si controlla una fotocamera con due mani non è semplice, ma gli ombrelli sono un’ottima opzione per mantenere asciutti sia noi, che la fotocamera. Il tutto risultera più facile se abbiamo un assistente o un amico che ci aiuta, altrimenti meglio optare per una specifica protezione della fotocamera. Esistono centinaia di mantelli e custodie appositamente create per proteggere la nostra costosa attrezzatura fotografica.

Bestseller No. 1
OP/TECH USA 9001022 Protezione impermeabile per macchina fotografica,...
OP/TECH USA 9001022 Protezione impermeabile per macchina fotografica,...
Per dispositivi con obiettivi di piccole dimensioni; Per dispositivi fino a 11,4 x 20,3 cm.
16,05 EUR
Bestseller No. 2
ZWOOS Pioggia Fotocamera Protettore Antipioggia per Macchine Fotografiche...
ZWOOS Pioggia Fotocamera Protettore Antipioggia per Macchine Fotografiche...
In aggiunta una fascia di velcro per far aderire la parte frontale all'obbiettivo
13,99 EUR
Bestseller No. 3

Possiamo anche creare un’efficace protezione fai da te con un sacchetto di plastica e un elastico. Basterà tagliare un buco nel sacchetto tale da permettere alla sola estremità dell’obiettivo di uscire allo scoperto. Utilizzeremo, inoltre, l’elastico per tenere stretto il sacchetto attorno all’obiettivo della fotocamera.

Vi consiglio di tenere sempre a portata di mano un panno per pulire la lente dell’obbiettvo dalle eventuali gocce che possono macchiare i nostri scatti e di montare il paraluce, che è quel dispositivo di plastica che si attacca all’estremità dell’obiettivo, abitualmente usato per evitare i bagliori che le fonti luminose, come il sole, possono produrre. In questo caso useremo il paraluce per impedire che l’acqua tocchi e si raccolga nell’estremità della lente.

Fotografare da sotto un riparo

Possiamo facilmente cercare un riparo da dove scattare in tranquillità, senza incorrere nei problemi che la pioggia può dare. Uno dei migliori ripari per fotografare è la nostra automobile. Possiamo stare seduti in macchina e avere a nostra disposizione il tempo necessario per inquadrare le notre fotografie attraverso il finestrino aperto. Inoltre, l’acqua piovana tende a raccogliersi in piccole gocce sul finestrino delle auto, creando delle distorsioni interessanti da cogliere. E se non abbiamo una macchina, possiamo rifugiarsi sotto qualsiasi copertura  o sporgenza disponibile.

Come fotografare sotto la pioggia

Una volta che siamo sicuri di aver protetto la nostra attrezzatura dalla pioggia, passiamo passare alla parte più creativa. La pioggia può rappresentare un’eccellente opportunità per ottenere immagini diverse e originali, è solo questione di osservare, aprire la mente e cercare  le particolari scene che la caratterizzano.

come fotografare sotto la pioggia

 

Come impostare tecnicamente la macchina fotografica?

Data la vasta gamma di differenze della pioggia è difficile, se non impossibile, identificare dei parametri universali. Tuttavia esistono dei consigli che valgono nella maggior parte delle circostanze.

Il primo consiglio consiste nell’impostare la fotocamera in modalità Manuale, che ci consentirà un controllo completo dei parametri di scatto per avere una corretta esposizione.  Molti mie colleghi usano la modalità di Priorità di Tempi, che permette di regolare il tempo senza pensare agli altri parametri. Per quanto riguarda l’apertura del diaframma dipenderà dalla nostra esigenza di profondità di campo. Potrebbe tornarti utile anche un treppiede, ma dipende dal tipo di fotografia che hai in mente. Se cerchi qualcosa di rapido,  non avrai tempo di prepararlo e posizionarti prima dello scatto.

La luce di solito sarà più piatta rispetto ad un giorno soleggiato. La pioggia può darti immagini che hanno un aspetto sognante e morbido, ma questo non significa che non ci sia vividezza del colore. I verdi per esempio possono sembrare lussureggianti quando sono bagnati. In generale, lavorerai con una tavolozza smorzata, ma puoi sempre cercare i contrasti forti delle luci, specialmente se stai fotografando di notte.

La giusta velocità dell’otturatore

Dobbiamo trovare la giusta regolazione della velocità dell’otturatore  Ti conviene fare alcuni scatti di te per raggiungere l’effetto desiderato. A seconda della velocità di scatto che utilizzeremo cambierà la sensazione visiva dell’acqua che cade: possiamo congelarla o renderla più o meno fluida.  Se utilizziamo dei tempi alti per creare dei sottili fili allungati, abbiamo la necessita di  aiutarci con un treppiede o altro supporto per non creare dei micro movimenti. Nei giorni di pioggia è verosimile che la luce sia scarsa e di conseguenza dovrete impostare un valore più alto di ISO cercando di trovare un giusto compromesso per evitare di realizzare immagini troppo rumorose.

Luce posteriore e sfondo scuro

Le immagini della pioggia vengono amplificate se usiamo una fonte di luce posteriore e un fondo scuro. Quando si tratta di fotografare la pioggia è sempre consigliabile scattare su sfondi più scuri rispetto alle impostazioni ambientali luminose. Inoltre la pioggia è più visibile se è illuminata da dietro. A tal proposito possiamo avvalerci di un flash off camera  impostato manualmente con una intensità molto bassa, che dia appena un po’ di luminosità alle gocce che cadono. O semplicemente cercare altre fonti di retroilluminazione naturali e artificiali, presenti nella scena, come per esempio  i lampioni dell’illuminazione stradale.

fotografare gocce di pioggia la notte

I riflessi

Una cosa fantastica dei giorni di pioggia è la possibilità di catturare dei meravigliosi riflessi. Mentre puoi fotografare i riflessi dei laghi e degli stagni in qualsiasi condizione meteorologica, quando piove, puoi catturare i riflessi delle pozzanghere. Un trucco per avere incredibili foto di riflessi consiste nell’avvicinare la fotocamera alla pozza, in modo che anche un piccolo residuo di acqua possa sembrare enorme e  concentrare l’attenzione visiva sul riflesso.

Fotografare le gocce 

Le gocce di pioggia sono un argomento apparentemente ovvio, ma spesso trascurato quando piove. Sia che scegliate di congelare il movimento di una goccia di pioggia o di sfocare la stessa che cade con una bassa velocità dell’otturatore, ci sono molti modi diversi per incorporare le gocce di pioggia nelle vostre immagini. Sta a voi essere creativi.

fotografare le gocce di pioggia

Includere persone nelle foto

Le giornate piovose evocano una vasta gamma di emozioni nelle espressioni delle persone. La pioggia può farci sentire frustrati, eccitati, ansiosi, tristi o addirittura felici. Catturare queste espressioni facciali nei ritratti di strada può aggiungere  interesse alle tue fotografie.

Di notte con la pioggia

La notte offre opportunità di illuminazione uniche. La pioggia illuminata dai lampioni o dai fari delle auto risulta evocativa e misteriosa. Le gocce di pioggia sul vetro brillano dei riflessi della  luce artificiale e i colori risultano vibranti, contrapposti all’oscurità del cielo notturno.

E dopo la Pioggia…

Da non sottovalutare la fine del temporale, quando la luce è ancora soffusa e il sole spunta da dietro le nuvole, creando delle condizioni di luci accattivanti e dei colori che ritrovano delle tonalità accese. Se poi siamo fortunati possiamo avere la fortuna di assistere ad un meraviglioso arcobaleno, che può rendere unica la nostra foto.

Altri articoli del corso di fotografia

Questo articolo fa parte del corso gratuito online di fotografia dove troverete una grande raccolta di articoli per imparare la tecnica e la teoria fotografica, in modo tale da  sfruttare le funzioni e le potenzialità della nostra macchina fotografica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.