Come fare fotografie still life di cibo

In questo articolo scopriremo come fare delle bellissime fotografie still life di cibo. La fotografia still life (natura morta) con il cibo richiede una particolare cura nei dettagli e diversi accorgimenti per ottenere il massimo dalla luce, dai colori, dalle trame e dalle forme.

Fotografia di frutta, composizione di vari tipi di frutta

Per scattare una buona fotografia di una pietanza non è essenziale l’attrezzatura, quanto, invece, comprendere come enfatizzare la bellezza estetica del cibo attraverso tre elementi:

  • La Disposizione nel piatto:  come sistemare il cibo nel piatto.
  • L’Illuminazione: come usare la luce per evidenziare le caratteristiche e l’appetibilita degli alimenti.
  • La Composizione: come inquadrare lo scatto.

Chi lavora nel campo alimentare sa che una foto che cattura perfettamente l’essenza di un piatto può  cambiare in positivo il  numero di vendite.

Come scattare foto di pietanze o bevande

Vediamo nello specifico quali sono i trucchi da tenere bene a mente quando ci approcciamo a questo genere di fotografia.

fotografia di cibo di un cono con una nuvola

La luce

La luce è la chiave per creare delle bellissime foto still life. La gestione della luce non è sempre scontata e rappresenta spesso uno scoglio per chi vuole fare fotografia.  La caratteristica principale della luce è quella di delineare forme volumi degli oggetti. Ogni pietanza cambia a seconda di come viene illuminata. Scattare fotografie di cibo con luce naturale puo risultare piu facile. Se si illumina il cibo con una luce artificiale come una lampada, è probabile che crei una brutta sfumatura di colore arancione o giallo nella foto.

Il colore è estremamente importante nella fotografia alimentare, perché vogliamo che i colori del cibo appaiano precisi. Per fare questo abbiamo bisogno di avere un perfetto Bilanciamento del Bianco. Il bilanciamento del bianco (WB) è il processo di rimozione delle dominanti di colore non realistiche, in modo che i colori, che abbiamo percepito prima di scattare una fotografia, siano resi fedelmente dalla nostra macchina fotografica. Il miglior tipo di luce per la fotografia alimentare è una luce naturale e soffusa. Quando scattiamo in ambienti chiusi, possiamo utilizzare la luce naturale della finestra per illuminare il soggetto. La gestione con fonti luminose artificiali è abbastanza complicata e richiede una maggiore abilità tecnica.

Controllare le ombre

Le ombre sono molto importanti per la fotografia di alimenti. A volte le ombre  possono migliorare una foto, aggiungendo profondità e interesse visivo, ma altre volte possono rovinarla, se assumono troppa importanza all’interno del quadro della composizione. L’intensità delle ombre dipende dal tipo di luce con cui scattiamo. Una forte luce solare direzionale proietta ombre scure, mentre una luce di un giorno nuvoloso crea una luce più diffusa, con delle ombre molto più morbide.

Nella maggior parte dei casi cerchiamo di evitare le ombre dure nelle fotografie di cibo. Le ombre morbide sono molto più lusinghiere per il soggetto, creano profondità, ma senza dominare la scena. Per evitare le ombre dure nelle foto possiamo sfumare la luce, qualora sia dura, con dei modificatori. Se scattiamo in interni, infatti, possiamo utilizzare una stoffa bianca semitrasparente per diffondere la luce. Se fotografiamo all’aperto in una giornata di sole, possiamo utilizzare un pannello riflettente per riempire le ombre con la luce.

Usa uno sfondo neutro

Quando si scatta una foto di cibo, lo sfondo è molto importante. Se lo sfondo è troppo confuso l’attenzione dello spettatore si disperde. L’utilizzo di uno sfondo neutro consente di porre l’enfasi della scena sul cibo. Esistono tre tipi principali di sfondi che funzionano molto bene per la fotografia alimentare: sfondi chiari, sfondi scuri e sfondi in legno.

Pensa al colore

La cosa bella della fotografia del cibo è che ti dà la possibilità di giocare con i colori. I colori hanno un grande impatto sulla composizione e possono influenzare la sensazione generale dell’immagine. Il colore aiuta a costruire l’armonia o ad aumentare la tensione all’interno di una scena e a far prestare attenzione ai temi chiave della stessa. Possiamo giocare sia con l’abbinamento di colori analoghi per un’armonia stabile e delicata, basata sulla somiglianza fra questi colori, o usare dei colori contrastanti (complementari) per rendere l’immagine vibrante, dinamica ed eccitante.

Scatta dal miglior angolo

Quando scatti foto di cibo o bevande, pensa sempre da quale angolo scattare per ottenere il massimo dal soggetto. Scattare dall’alto è spesso una buona scelta per eliminare gli sfondi che distraggono, se per esempio ti trovi in una sala affollata di un ristorante o in un luogo all’aperto. Se vogliamo evidenziare i livelli di una pietanza sceglieremo un’inquadratura laterale. Se scattiamo da un angolo diagonale, invece,  possiamo mantenere sia la visione laterale, sia  aumentare l’illusione di tridimensionalità del soggetto.

Tecnica nelle foto still life di cibo

Vediamo nello specifico quali parametri tecnici è consigliato adottare quando dobbiamo fotografare immagini di alimenti e bevande.

fotografia di vari tipi di caffè come fotografare bevande

Messa a fuoco selettiva e profondità di campo

La messa a fuoco è un parametro molto importante quando fotografiamo una pietanza o una bevanda. Con una messa a fuoco selettiva possiamo infatti concentrare la visuale su una parte dell’immagine. Di solito fotografiamo con dei diaframmi aperti  per creare una limitata profondità di campo e di conseguenza una maggiore concentrazione sul soggetto.

Che Lente usare?

Come lente da usare consiglio una lente normale o un teleobiettivo, non troppo spinto. Questo ti aiuterà ad evitare le distorsioni che caratterizzano altre lenti. Inoltre, potrai più facilmente gestire la resa dello sfocato (bokeh).

Come fotografare una pietanza con il cellulare

Per fotografare una pietanza o una bevanda con il cellulare, oltre ai consigli che abbiamo visto precedentemente dobbiamo adottare alcuni accorgimenti specifici. C’è uno strumento su quasi tutti gli smartphone che permette di visualizzare una griglia per la composizione della nostra immagine. Ti consiglio di usarla per migliorare la tua composizione. Se non riesci a trovare questa funzione della griglia, puoi sempre scaricare un’app come Camera 360 per utilizzarla.

come fare fotografie di cibo con il cellulare

Di fondamentale importanza è il controllo dell’esposizione. Quando apri l’app della fotocamera, metti a fuoco il soggetto manualmente con il semplice tocco delle dita. Mentre fai questo, visualizzerai una piccola immagine di un sole. Se scorri il dito su e giù per la piccola barra che appare, riuscirai a controllare la quantità di luce nella foto, ancora prima di scattarla. Ti consiglio inoltre di evitare di utilizzare lo zoom, per non compromettere la qualità della foto e di assicurarti di avere perfettamente pulita la lente dello smartphone prima di eseguire la foto.

Le fotografie pubblicitarie dei professionisti

Fare fotografie di cibo richiede un profondo controllo dell’illuminazione.  I professionisti si trovano a dover spesso ricreare le luci tramite una illuminazione artificiale. Le difficoltà degli scatti dipendono dalla natura mutevole del cibo. I prodotti alimentari si deteriorano rapidamente e se cucinati o surgelati perdono i loro colori brillanti. Esistono due scuole di pensiero riguardo alla fotografia del cibo: i puristi usano solo cibo vero, gli altri ricorrono a imitazioni del cibo e diverse sostanze non commestibili.

Se una foto è destinata a diventare parte di una campagna pubblicitaria, le regole richiedono che il prodotto alimentare sia perfetto e il più bello che possa esistere. A questo proposito vengono utilizzate molte sostanze che ricreano questa “perfezione”. La glicerina, per esempio, viene inserita con una cura maniacale sulla superficie del pesce per renderlo come appena pescato, o utilizzata per creare gocce nelle bottiglie delle bevande o per dare l’aspetto di una lattuga appena raccolta e sciacquata. Una mini fiamma ossidrica viene  utilizzata per dorare i bordi dei cibi crudi per simularne la cottura. I batuffoli di cotone vengono imbevuti e  riscaldati nel microonde, per simulare l’illusione dei cibi bollenti. E così via si utilizzano, spray, lacche e oli non commestibili  per creare un’illusione di un cibo che ci sembra molto reale, ma che in realtà non esiste.

Altri articoli del corso di fotografia gratuito

Questo articolo fa parte del corso gratuito online di fotografia dove troverete una grande raccolta di articoli per imparare la tecnica e la teoria fotografica, in modo tale da  sfruttare le funzioni e le potenzialità della nostra macchina fotografica.

Summary
Article Name
Come fare fotografie still life di cibo
Description
In questo articolo scopriremo come fare delle bellissime fotografie still life di cibo con il cellulare o in maniera professionale.
Author

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.