Ara Güler: l’occhio di Istanbul

Ara Güler è un fotografo turco nato a Istanbul nel 1928 da genitori Armeni. Inizia a lavorare negli studi cinematografici di Istanbul durante la scuola e partecipa a corsi di teatro di Muhsin Ertuğrul, il fondatore del moderno teatro turco.

Finito il liceo abbandona il cinema per il fotogiornalismo. Diventa reporter del giornale Yeni Istanbul nel 1950 non rinunciando a continuare, nello stesso tempo, gli studi all’università di Istanbul nella facoltà di economia. Le sue foto stupiscono per composizione e forza, ben presto Güler diventa famoso e si trasferisce in un altro giornale(Hürriyet).

Nel 1958, la rivista americana Time–Life apre una sezione in Turchia e Güler diventa il primo corrispondente dell’area del Medio Oriente. In questo periodo collabora con altri importanti giornali internazionali come Paris Match, Stern e il londinese Sunday Times. Concluso il servizio militare nel 1961 Güler si occupa del giornale turco Hayat , come capo dipartimento di fotografia. In questo periodo incontra Henri Cartier-Bresson and Marc Riboud, che lo chiamano nell’agenzia Magnum Photos.

Poeta straordinario, Ara Güler è soprannominato “l’occhio di Istanbul”.Le sue foto raccontano una Istanbul incantevole e misteriosa. Una città su più strati, tra luci morbide ed ombre scurissime. Una città dove i panorami sono eccessivamente tristi, simili ai volti della sua gente. Tra fitte nebbie, architetture magnifiche, luci notturne e chiaroscuri con alto contrasto, il fotografo coglie la grande importanza della presenza umana nel contorno della città, mostrandola nella sua visone storica. Le foto immortalano visi , anime, sentimenti, memorie e vite che si intrecciano.

Per una visione completa dell’autore vi rimando al sito web dell’artista. Se volete vedere il lavoro di altri maestri della fotografia vi rimando alla sezione Maestri della fotografia. Se, invece, volete approfondire le nuove correnti fotografiche e i nuovi autori della fotografia artistica, vi rimando alla sezione Fotografia Artistica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.